Come migliorare la soddisfazione e la produttività dei dipendenti bancari

  ufirst     giu 04, 2019

soddisfazione-dipendenti-bancari

Non è un mistero che dipendenti soddisfatti siano più produttivi. Ecco strategie e strumenti utili ad aumentare la produttività dei dipendenti di banca

La produttività dei dipendenti bancari ha rappresentato negli ultimi anni una nota dolente: la crisi economica ha determinato l’aumentare del gap tra l’efficienza delle banche italiane rispetto ai maggiori competitor internazionali, caratterizzato soprattutto da una riduzione dei ricavi per i dipendente.

Un fattore che ha spinto gli istituti bancari ad adottare una serie di misure per il miglioramento della produttività dei singoli dipendenti.

Oggi le banche italiane sono finalmente in ripresa: secondo un report realizzato dall’Ufficio Studi di First Cisl e pubblicato da Milano Finanza, la produttività dei bancari italiani è finalmente tornata a crescere, facendo registrare un aumento del margine per dipendente quasi del 6%.

Questo significa che ogni dipendente frutta, in termini di ricavi, 171mila euro alla banca per cui lavora.

La situazione attuale delle banche in Italia

Un cambiamento che è stato reso possibile grazie ad una serie di politiche volte alla razionalizzazione della rete di istituti bancari ma soprattutto alla rimodulazione dei servizi offerti ai clienti, ma non solo: oggi più che mai è fondamentale continuare a attuare questo tipo di strategie, affiancandole a politiche di welfare aziendale volte a migliorare, appunto, la produttività e la soddisfazione dei dipendenti del settore bancario, in modo tale da incoraggiare anche il consolidamento delle loro relazioni con i clienti in una direzione consulenziale.

Ma come migliorare la produttività e la soddisfazione dei dipendenti bancari?

Ecco alcuni consigli da attuare immediatamente nella propria filiale per aiutare i dipendenti a razionalizzare il proprio lavoro, gestire le relazioni con la clientela e migliorare la propria produttività.

Migliorare la produttività dei bancari: strategie e strumenti

Una delle più efficaci strategie per aumentare la produttività dei propri dipendenti consiste nell’attuazione di politiche di welfare: non è un mistero che un dipendente più soddisfatto lavori meglio, si senta maggiormente parte dell’azienda e sia in grado di offrire un miglior servizio ai clienti.

Il welfare aziendale può essere promosso mettendo in atto politiche sia interne che esterne all’azienda, volte a migliorare l’ambiente di lavoro e la vita extra-lavorativa dei dipendenti.

La digitalizzazione dei flussi e dei processi di lavoro svolge un ruolo importante nel miglioramento delle condizioni di lavoro: introdurre strumenti digitali volti a fluidificare la comunicazione tra i dipendenti e con la clientela permette di ridurre il carico di lavoro semplificando alcune operazioni, in modo da lasciare ai lavoratori più tempo per concentrarsi sulla propria formazione e sulla qualità del servizio offerto al pubblico.

Benessere organizzativo e produttività: esempi pratici

Una delle problematiche che maggiormente influenza il benessere organizzativo delle strutture a contatto con il pubblico e dei dipendenti che vi lavorano è il fenomeno delle code: un lavoratore che vede dipanarsi davanti a sé una lunga fila di persone in attesa dei suoi servizi può essere facile preda di ansia e stress, sentimenti negativi che inevitabilmente comprometteranno la qualità del suo lavoro.

Inoltre, in queste situazioni concitate, come nel caso di una lunga fila agli sportelli, anche le relazioni con la clientela vengono penalizzate, con ricadute negative sull’immagine della filiale, dell’istituto bancario e quindi della fedeltà dei clienti. Per evitare il fenomeno delle code in banca si può:

  • promuovere un approccio consulenziale che spinga i dipendenti a prendersi in carico i clienti pianificando gli incontri per appuntamento, con ricadute positive anche sulla responsabilizzazione dei lavoratori e sul loro senso di appartenenza alla realtà aziendale;
  • affidarsi ad un’app elimina code, che grazie allo smartphone permette al cliente di evitare la fila in banca recandosi presso lo sportello bancario solo quando è realmente arrivato il suo turno, con un netto miglioramento del benessere sia dei clienti sia dei lavoratori della banca.

Cercare di ridurre o di evitare del tutto le code agli sportelli bancari permette di migliorare non solo la produttività e il benessere dei propri dipendenti, ma anche l’immagine offerta ai clienti di una filiale efficiente e attenta alle esigenze del suo pubblico.

ufirst è uno strumento facile da usare che risolve il problema della fila in banca in maniera semplice e immediata: si tratta di un software che, integrandosi ai tradizionali sistemi elimina coda, permette all’utente di prenotare il proprio turno da remoto grazie ad un’app mobile.

In questo modo anche le operazioni allo sportello potranno essere gestite come degli appuntamenti, almeno nella percezione degli utenti, che potranno recarsi in banca soltanto quando è arrivato il loro turno, grazie ad una notifica sul proprio smartphone, evitando di dover fare la fila.

Vuoi più informazioni su come migliorare la soddisfazione e la produttività dei dipendenti bancari? Scarica il whitepaper e scopri come ufirst può aumentare il prestigio della tua banca!

Scarica il whitepaper

  tempo ufirst tempiattesa ufficipubblici banche

ufirst

Written by ufirst