Fila in banca: non fare aspettare i tuoi clienti!

  ufirst     lug 22, 2019

analysis-banking-businesswoman-1451448Il sovraffollamento rappresenta un rischio concreto per il buon funzionamento di banche e uffici pubblici: ecco alcuni consigli per ridurlo, gestirlo ed eliminarlo alla radice attraverso la gestione della fila in banca. 

Tra complesse e spesso superflue pratiche burocratiche, carenza di personale e congestionamento degli uffici pubblici cresce il numero di persone costrette ad affrontare lunghe file presso gli sportelli della PA o della banca per sbrigare semplici commissioni.

Si stima che in media un italiano trascorra 16 giorni all’anno in coda, 2 anni e mezzo di vita su 55. E non è certo una sorpresa scoprire che le code sono motivo di stress per l’85% degli italiani.

Un fenomeno che che comporta una serie di rischi da non sottovalutare:

  • Per gli uffici pubblici, il rischio di un netto peggioramento dei servizi offerti, con conseguente impossibilità di ricevere fondi per migliorare le proprie prestazioni, formare i dipendenti o acquistare strumenti tecnologici per facilitarne il lavoro, tutte circostanze che non possono che portare ad un ulteriore congestionamento degli sportelli aperti al pubblico   
  • Per le banche, il pericolo concreto di perdere la fiducia dei propri clienti, che potrebbero scegliere di rivolgersi alla concorrenza, rappresentata soprattutto dalle banche virtuali che consentono di svolgere le stesse operazioni dal proprio smartphone anziché presso uno sportello fisico.

Ridurre la folla in banca e negli uffici pubblici

Ridurre il fenomeno delle code però è possibile, con la dovuta organizzazione e mettendo in atto alcuni accorgimenti pratici. Vediamo quali.

Generalmente le file si concentrano in determinati giorni e/o periodi dell’anno. In fase preliminare è dunque fondamentale individuare quali sono questi periodi e quali le cause che scatenano il fenomeno del sovraffollamento, allo scopo di contrastarlo alla radice attraverso:

  • Una razionalizzazione del lavoro e dei servizi offerti, ad esempio attraverso un calendario di appuntamenti per i clienti bancari;
  • Una efficace suddivisione dei compiti spettanti a ciascun dipendente
  • Una adeguata formazione dei lavoratori anche rispetto alla gestione del sovraffollamento, soprattutto negli uffici pubblici. A questo scopo può essere utile individuare una persona responsabile della fila, che svolga un ruolo di orientamento all’utente aiutandolo a individuare lo sportello presso cui recarsi, a compilare gli eventuali moduli e a preparare tutti i documenti necessari

Questi accorgimenti permettono indubbiamente di ridurre il fenomeno delle code, ma non di eliminarlo completamente.


Ti potrebbe interessare anche questo articolo:

Vuoi aumentare il prestigio della tua banca? Scopri ufirst!


 

Eliminare le code ottimizzando i tempi di attesa dei clienti

Per contrastare in modo definitivo ed efficace il fenomeno della fila l’unico modo è impedirne la formazione, evitando cioè che le persone stazionino fisicamente in coda davanti agli sportelli.

Fortunatamente la tecnologia ha fatto passi da gigante ed è in grado di venirci in soccorso in svariati ambiti della vita quotidiana, anche nella gestione delle file.

ufirst è un’app che ciascun utente può scaricare sul proprio smartphone e che gli permette di prenotare il proprio turno attraverso l’assegnazione di un numero virtuale, senza recarsi fisicamente in banca o nell’ufficio pubblico di suo interesse.

L’app, connessa ai server della struttura, banca o ufficio pubblico che sia, monitora lo “scorrimento” virtuale della coda, avvisando l’utente con una notifica sullo smartphone quando è arrivato il momento di recarsi allo sportello, calcolando anche il tempo necessario a raggiungerlo grazie alla geo-localizzazione.

In questo modo l’utente arriverà in banca o nell’ufficio pubblico solo quando mancheranno pochi minuti al suo turno, evitando di affollare la struttura mentre è in attesa.

Una vera e propria rivoluzione nel modo di gestire le code presso gli uffici pubblici e in banca che vale la pena sperimentare. Se vuoi saperne di più visita la pagina dedicata all'implementazione di ufirst presso le strutture che si occupano di servizi, come le banche.

Oppure scarica l'infografica per scoprire i benefici che ufirst ha portato ad una banca affiliata ed altri dati interessanti.

Scarica l'Infografica

ufirst

Written by ufirst