Elimina le code e migliora il lavoro nella sanità con ufirst: leggi la case history

  ufirst     lug 03, 2019

health1

Il successo di ufirst nella sanità italiana indica che la strada della digitalizzazione non solo è percorribile, ma è anche quella giusta. Scopri tutti i numeri del successo in questa case history dedicata al settore sanitario

Il settore sanitario sta attraversando in Italia un momento di forte crisi.

Carenza di fondi e di personale, strumentazioni obsolete, fatiscenza delle strutture sanitarie e tempi di attesa biblici per l’utenza tracciano un quadro per nulla rassicurante della sanità italiana.

Se da un lato la digitalizzazione nel settore procede a fatica, l’esperienza positiva dell’utilizzo di ufirst nelle strutture sanitarie indica che proprio questa è la strada da perseguire.

In questo articolo illustreremo brevemente la situazione della sanità in Italia mostrando in che modo la tecnologia di ufirst si è inserita in questo contesto, apportando notevoli risultati sia da un punto di vista logistico, sia nella relazione struttura-utenza.


La sanità italiana: il quadro attuale

Secondo i dati del rapporto Euro Health Consumer Index l’Italia occupa attualmente il 21esimo posto in una graduatoria di 35 paesi europei per qualità dei servizi sanitari offerti.

La sanità italiana è indietro anche in ambito tecnologico: nonostante siano stati spesi 1,3 miliardi di euro nel 2017 per promuovere la digitalizzazione del settore, sono ancora pochi i cittadini che utilizzano i servizi online messi a disposizione dalle strutture sanitarie, spesso poco user friendly.

Parallelamente al peggioramento dei servizi, aumenta anche il congestionamento delle strutture sanitarie: la maggior parte degli utenti infatti continua a recarsi di persona presso gli sportelli accettazione, per la prenotazione di visite o il ritiro dei referti, facendo aumentare ulteriormente i tempi di attesa e il fenomeno delle code e del sovraffollamento delle strutture, che rappresenta un vero e proprio problema.

È in questo contesto che ufirst si inserisce, rappresentando una vera e propria opportunità per facilitare la comunicazione e il contatto con l’utenza, nonché l’accesso ai servizi sanitari, e dando un aiuto concreto per:

  • Migliorare la qualità di lavoro del personale sanitario e di conseguenza la qualità dei servizi erogati all’utenza
  • Migliorare la customer experience degli utenti e quindi la loro qualità di vita
  • Aumentare il prestigio della struttura sanitaria, con conseguente possibilità di richiedere fondi per implementare ulteriori migliorie del servizio

Scarica il Case Study


Ti potrebbe interessare anche:

Eliminare la fila nelle sale d'attesa delle strutture sanitarie



Il successo di ufirst nel settore sanitario

ufirst è una piattaforma che si integra con i normali sistemi eliminacode permettendo all’utente, tramite un’app mobile o un sito internet, di prenotare da remoto il proprio turno presso una qualunque struttura convenzionata, ricevendo una notifica quando è il momento di recarsi presso lo sportello.

In questo modo ufirst permette di evitare il congestionamento delle strutture sanitarie, rappresentando al contempo uno strumento efficace per ridurre i tempi di attesa degli utenti, semplificando le procedure e migliorando la loro esperienza di interazione con la struttura.

Presente in oltre 100 comuni e 6 paesi, ufirst ha raggiunto quota 700mila download e ha ottenuto un grande successo in ambito sanitario. I dati raccolti per singola struttura sanitaria parlano di una media di oltre 3.200 prenotazioni al mese, per un totale di circa 38mila prenotazioni all’anno.

Un altro dato interessante riguarda la percezione da parte degli utenti circa l’utilità del servizio: il 92% degli utenti ufirst si dice pienamente soddisfatto del funzionamento dell’app, ritenendola uno strumento utilissimo per semplificare l’interazione con le strutture sanitarie e risparmiare tempo prezioso evitando di fare la fila fisicamente.

Se questi dati non dovessero bastare, ci sono tanti altri buoni motivi per scegliere ufirst:

  • L’accesso alla customer base ufirst permette di fatto alla struttura di intercettare e raggiungere nuovi clienti, oltre a fidelizzare i clienti già acquisiti con una customer experience di qualità, che facilita realmente la vita degli utenti e la fruizione del servizio
  • L’utilizzo di ufirst migliora la qualità del lavoro dei professionisti del settore sanitario, riducendo fattori di stress che possono compromettere la qualità del lavoro e traducendosi quindi in un aumento concreto della produttività

ufirst offre anche soluzioni su misura per la gestione delle prenotazioni e delle attese, garantendo sempre la massima aderenza alle necessità della singola struttura.

Scopri di più sull'attività di ufirst nelle strutture sanitarie.

Vuoi conoscere i numeri di ufirst nell’ambito Sanitario?

Scarica il Case Study

ufirst

Written by ufirst